Come vincere l’affaticamento da studio? Sintomi e rimedi

Evidenziatori scarichi. Appunti sparsi per tutta camera. Montagne di libri. Post-it penzolanti. Ore e ore passate su muri di testo. Occhi pesanti. Testa ovattata. Aria di stress. È questo ciò che uno studente modello vive durante la tanto temuta sessione esami. E tutto per sentirsi un po’ più sicuro, più preparato. Per avere la situazione sotto controllo. Ma spesso, così non è. Perché durante questi mesi il benessere fisico e mentale passa in secondo piano. Il cervello è troppo impegnato a elaborare fiumi e fiumi di nozioni per cogliere tutti quei campanelli d’allarme che il corpo gli invia. Il relax ha un valore significativo per la salute e non deve essere sottovalutato.

La soluzione? affrontare situazioni stressanti con più tranquillità, così che la memoria, più rilassata, giochi a nostro favore; ma questa è pura utopia. Quante volte ti sei sentito dire: “Ma stai tranquillo, non fare così. Perché più sei agitato, più rendi meno”. Facile è parlare, come facile è dare consigli del tutto inutili.

Quindi è arrivato il momento di scoprire insieme come affrontare quei cali di memoria improvvisi, in modo da poter gestire con più facilità il famoso stress da: mattine, pomeriggi, sere e notti prima degli esami.

Quali sono i sintomi di un eccessivo stress?

Uno smisurato affaticamento mentale e un esagerato sforzo fisico possono giocare brutti scherzi al benessere psicofisico. La memoria e il corpo hanno bisogno di riposo regolare per lavorare al meglio e dobbiamo essere noi a imparare a riconoscere i loro segnali, così che diventino nostri alleati. Perché avere una mente convinta delle proprie capacità e un corpo riposato e ben nutrito sono le armi vincenti per affrontare, trionfanti, le sessioni esami.

Ecco di seguito una breve lista dei disturbi più frequenti che si palesano quando la soglia dello stress è ormai superata.

Disturbi emotivi:

  • Agitazione e improvvisi cambiamenti d’umore
  • Nervosismo e perdita del controllo
  • Difficoltà a rilassarsi
  • Scarsa autostima

Disturbi fisici:

  • Scarsa energia
  • Mal di testa
  • Dolori muscolari e battito accelerato
  • Insonnia
  • Aumento della sudorazione
  • Bocca secca
  • Difficoltà di concentrazione

 Come combattere cali di memoria improvvisi?

  • Prova a cambiare stile di apprendimento  
    Potresti avere difficoltà ad assimilare nozioni a causa di un metodo di studio scorretto. Cambia sistema e trova quello più adatto a te, ogni persona è fatta a modo suo. Scopri i tuoi punti di forza e sfruttali. Cerca di capire se la tua, è una memoria fotografica, uditiva o motoria.
  • Non abusare di caffè e/o sigarette, non sono tuoi amici e non lo saranno mai
    Molti studenti universitari, per reggere ritmi pressanti, tendono ad abusano di sostante stimolanti. Ciò non toglie che un’eccessiva assunzione di caffè e sigarette a lungo andare può influire negativamente sull’apprendimento e sulle capacità riflessive.
  • Fai pause regolari e dormi a sufficienza, regala una marcia in più al tuo studio
    Staccare la spina concedendoti un po’ di tempo libero è la soluzione migliore per riattivare il cervello e farlo ripartire più energico e forte di prima. Spesso, però, ciò di cui si ha bisogno è solo di una sana dormita. Accertati di riposare a sufficienza, se vuoi una mente pronta e scattante.
  • Non rimandare pranzi e cene, un pacchetto di cracker non sostituisce un pasto
    Cosa direbbe la nonna se ti vedesse morente su quella scrivania e con lo stomaco brontolante? Non mettere in secondo piano l’alimentazione. Certo, non affaticare il corpo con abbondanti pasti, ma nutriti regolarmente. Un bel piatto di pasta non può che aiutarti a recuperare l’energia bruciata dal tanto studio.
  • Pensa alla salute e alla bellezza del tuo corpo con un po’ di sano movimento
    Vai a correre o fai qualche passeggiata, oppure se preferisci entra a far parte di qualche squadra di pallavolo, calcetto o basket. È fondamenta che l’ossigeno del tuo corpo circoli e l’attività fisica è un ottimo nutriente per il cervello.
  • Fai del contesto che ti circonda un punto di forza
    Un ambiente tranquillo e senza distrazioni in cui studiare è un buon punto di partenza. Contestualizzare le informazioni per elaborarle con più facilità è un plus.

Tutto questo non ti è sufficiente ad alleviare l’affaticamento da troppo studio? Niente ansia, non serve che tu aggiunga un’altra preoccupazione allo stressante periodo che stai già vivendo. Se è di energia, concentrazione e resistenza ciò di cui hai bisogno, allora Cognitiv Fast è l’integratore naturale studiato apposta per te. Aiuta a ripristinare la freschezza mentale, grazie all’efficacia dei suoi composti naturali. Come il Nadh, in grado di produrre energia e aumentare lo stato di concentrazione, o il Magnesio, capace di migliorare il normale funzionamento del sistema nervoso. Recupera il tuo equilibrio, riduci lo stress e vinci la stanchezza cronica con un piccolo aiuto esterno.

Se hai bisogno di altre informazioni o hai dubbi da chiarire, non esitare a contattarci.